Yoga

Ogni Giovedì dalle 19:00 alle 20:15

 

Oggi quando si parla di Yoga molti ti chiedono: ‘che Yoga fai?’.

A me piace rispondere: ‘Lo yoga è UNO ed i mezzi (stili) sono tanti’.

Fare Yoga non significa eseguire degli asana (posizioni) acrobatiche o fare una gara di bellezza o resistenza fisica. Fare Yoga è essere costantemente testimone distaccato di quanto accade nel momento presente e quindi anche nella più semplice azione (anche star fermi è essa stessa un’azione).

Il respiro è la guida.

Nelle ‘lezioni di Yoga’ utilizzeremo gli asana, delle sequenze di asana, gli shatkarman, tecniche respiratorie, letture dai testi sacri, mantra ed altro. Impareremo a porre l’attenzione a ciò che accade dentro di noi. Col tempo e con una pratica costante l’ascoltarsi diventerà sempre più profondo, sottile e viscerale. Ognuno troverà la propria modalità di sperimentarsi , di ascoltarsi e accoglierà la difficoltà per accettarla in quanto tale.

Lo yoga è uno strumento rivoluzionario alla portata di tutti gli esseri umani, senza intermediari e oggetti esterni, per conoscersi, curarsi, cambiare sè stessi e paradossalmente tutto quello che stà intorno.

Lo scopo delle lezioni è quello della divulgazione (umilmente parlando) dell’immenso mondo dello yoga e col tempo rendere i partecipanti dei praticanti autodidatti.

La prima lezione è di prova e sempre gratuita, fondamentale prenotarsi prima in quanto il corso è aperto ad un massimo di 12 partecipanti. Fondamentale la puntualità e la costanza. Occorre un materassino, un cuscino o un mattoncino per sedersi, volendo una fascia elastica e un taccuino, una copertina.

Per qualsiasi informazione e chiarimento: Giuseppe tel. 349 0638 742giuseorru@hotmail.com

Le lezioni sono tenute da Giuseppe Orrù curioso delle arti in genere, insegnante di danza africana e praticante yoga da diversi anni. Deve tanto della sua formazione yogica a Camilla De Concini e a tanti altri maestri per altre discipline. Nel giugno 2018 ha conseguito l’attestato del Corso triennale di formazione all’insegnamento dello Yoga (I.S.Y.C.O.) presso il Centro Shakti di Padova (PD). Un ringraziamento doveroso a tutti i maestri per averci fatto dono di questa immensa ricchezza che è lo Yoga, patrimonio dell’umanità dal 2016. L’Unesco dice a proposito:

“Designato per aiutare gli individui a realizzare sé stessi, alleviare le sofferenze che questi possano sperimentare nella vita e raggiungere uno stato di liberazione, lo Yoga è praticato da giovani e anziani senza discriminazioni di genere, classe o religione. Esso associa posizioni, respirazione controllata,
meditazione, recitazione di parole ed altre tecniche mirate a beneficiare l’individuo e il suo stato di salute psicofisica”.