LABORATORIO COMICO PERMANENTE

Laboratorio Comico Permanente
dalla Commedia dell’Arte al Comico Contemporaneo

a cura di Sandra Cavallini, maschere di Giorgio De Marchi

ogni lunedì dalle 19,30 alle 22,30 presso GRAF San Donato piazza Spadolini, 3 Bologna

copertina

Voce, suoni che parlano – Esercizi di Naturalezza – Improvvisazioni
Sipario e Sospensioni – Maschera e Svelamento
Tipi fissi – Contrasti – Centoni
Ornamenti e poetica del personaggio – Percezione, Memoria, Improvvisazione
Drammaturgia agita – Estro e repertorio. Prove aperte

a Graf il lunedì dalle 19,30 alle 22,30

info: laboratoriocomico.club22@gmail.com – 348 4450843 – www.sandracavallini.it

laboratorio comico permanente con cavallini__1

SANDRA CAVALLINI attrice per le regie di Leonesi, Salines, Fava, Ferrarini, Fava, Radice, Generali, Longhi, Solenghi, Iaquone e Stoker, Tarasco. Allieva e attrice di Commedia dell’Arte con Antonio Fava dal 1988 al 1992 in Italia e all’estero e assistente per la parte tecnico gestuale. Con Teatro del Frizzo in comagnia con Mauro Piombo, Philip Raice e Pietro Mossa. Dal ’96 conduce il Laboratorio Comico Permanente. Attrice e coautrice in Variazioni sul cielo con Margherita Hack (Mittelfest -TSFG Il Rossetti); attrice ne Le nozze di Figaro con Solenghi (Compagnia Lavia); nel Miles Gloriosus con Incontrada e Nisi e Lisistrata con Gravina (Plautus Festival); in Italiani si nasce e ne L’apparenza inganna di e con Solenghi e Micheli (La Contrada Trieste); voce in scena nell’opera da camera Nell’alba dell’umano e nel melologo La Città Capovolta di M° Guarnieri e M° Cappelli; interpreta Fedra 2003, assolo amatissimo dalla critica (Rosaspina/ERT); assolve più ruoli in trasposizione femminile in Reparto n. 6 di Cechov, regia di P. Vutcarau (Teatro Ionesco di Chisanau); attrice per il Tearo Aperto Teatro Dehon per oltre una decina di allestimenti; ideazione e regia di Lettere d’amore all’indirizzo della mia ragazza con Gabrielli e Balestrieri (Soggettiva-GenderBender 2013); esperienze dai richiami espressionisti in Pampas e ne L’Appuntamento con Mascherpa regia di F. Maccarinelli (Teatro Lab. BS); riscuote vivo interesse nell’assolo lezione-spettacolo Rapporto su La Banalità del Male dal noto saggio di Hannah Arendt su ideazione di Paola Bigatto; in scena nell’assolo comico Tre di Due, ovvero quelle che decisero di cooperare dedicato alle prime esperienze di fine ‘800 tra solidarietà, mutuo soccorso e cooperazione.

cavallini_pagina_4